Roma, 11 luglio 2021

“Il 10 luglio diventerà una data storica, dalle borgate romane parte il contropotere.

La sfida al sistema parte dai bambini, dai giovani e dallo spirito comunitario.

È grazie al gioco, allo sport ed alle discipline marziali che vogliamo educare i nostri figli per un’Italia di nuovo sovrana.

L’attività della nostra Associazione Evita Perón, ha preso le mosse da un quartiere di Roma per iniziare a ricostruire un tessuto sociale e comunitario che potrà essere la base per il nostro domani”, Sonia Bianchi racconta così l’iniziativa svolta a La Rustica, quartiere della periferia romana, durante la quale più di 40 bambini hanno potuto divertirsi, fare sport e mangiare tutti insieme.

“Questo è stato il primo evento di una lunga serie. Invitiamo tutte le donne e le mamme che ci seguono ad impegnarsi attivamente all’interno dell’associazione, per tornare a costruire una gioventù nuova, che si basi su autentici valori tradizionali. Non ci facciamo piegare dalla narrazione terroristica e criminale del Covid, stiamo insieme, facciamo comunità.

La nostra resistenza porterà i suoi frutti nei prossimi anni, ma oggi abbiamo dato il via ad un ciclo di eventi per coinvolgere sempre più famiglie nel percorso militante”.

L’appello della Bianchi si estende poi a tutte le donne libere: “Uniamoci e supportiamo questa battaglia di civiltà. Lavoriamo insieme per dare un futuro vero ai nostri figli, che sia antitetico a quello proposto dalla società che hanno costruito negli ultimi decenni. Solo insieme ce la possiamo fare”.