Roma, 14 luglio 2021 – di Roberto Fiore

Dopo i vari tentativi con lo Ius Soli, le potenti lobby della dissoluzione ci provano con il ddl Zan.

Forza Nuova sin dagli inizi del 2000 si è interposta fra il popolo e le lobby nichiliste di potere contribuendo ad impedire il passaggio della legge sullo Ius Soli – il 15 giugno del 2017 – e opponendosi con fermezza, ovunque in Italia, alle parate omosessualiste e agli attacchi alla famiglia.

Per noi, il cosiddetto genere è chiaro fin dalla nascita, e non si sceglie, e l’ aggressione ad un omosessuale non può essere punita più dell’ aggressione ad una donna o ad un anziano.

Il ddl Zan è non solo repressivo, ma contro la natura e la storia d’ Italia, appartiene al passato recente di confusione e odio. Ma il futuro del nostro popolo non sarà come lo vogliono le lobby della dissoluzione.

La famiglia italiana tornerà a essere forte, libera e numerosa: le priorità saranno la nostra terra, le nostre donne, i nostri figli. Oggi più che mai siamo chiamati a difendere libertà e dignità da chi ha sempre tradito e odiato le Fede Eterna e la terra dei Padri.