Forza Nuova chiede il ritorno in vigore del Concordato del 1929, con cui lo Stato italiano riconosce alla Chiesa Romana il ruolo di guida spirituale del popolo e pone i giusti confini tra opera dello Stato e opera della Chiesa.

Forza Nuova ritiene essenziale che la Fede, che ha accompagnato il nostro popolo per duemila anni, venga custodita e trasmessa fedelmente alle future generazioni, respingendo la cultura nichilista e laicista oggi imperante.