Zingonia, presidio militante nella banlieu lombarda

Zingonia (BG) 17 nov –
Zingonia la banlieu lombarda a 20 chilometri da Bergamo, Zingonia costruita per essere una città ideale, ma divenuta ben presto una terra di nessuno, un vero inferno; Zingonia dove fino all’11 novembre scorso bande di spacciatori marocchini hanno regolato i loro conti a colpi di machete, un morto il bilancio.
Proprio lì, Forza Nuova ha svolto ieri il suo presidio, mostrandosi ancora una volta sacca di resistenza in ogni piazza d’Italia, sempre pronta a riprendersi il futuro della propria Patria, anche dove non osa arrivare nessuno, sempre vicina agli italiani umiliati, minacciati, assediati, traditi.
«Riprendiamoci Zingonia, no al degrado», lo striscione esposto dalle decine di forzanovisti presenti; di fronte a noi, i pochi resti dei centri sociali, dieci o pochi di più, affiancati da spacciatori e delinquenti extracomunitari, e una Questura che, per l’ennesima volta, fa manifestare senza alcuna autorizzazione i traditori della Patria. Ancora una volta abbiamo dimostrato di essere l’unica speranza per questo Paese, pronti a tornare, pronti a difendere gli italiani ovunque; gli attestati di stima e riconoscenza venuti dagli abitanti italiani del quartiere ce ne hanno fornito, anche ieri, un’ulteriore conferma.

Zingoniabuona2

Forza Nuova Bergamo
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi