Vicenza, se lo è la blasfemia… Anche la merda è arte

Vicenza 18 settembre –

“Anche la merda è arte? Un’iniziativa per niente politica e molto artistica”.
“Proprio in concomitanza con l’esibizione al teatro olimpico: abbiamo imbrattato con delle feci dei cartelloni rappresentanti il nostro Vice Sindaco, Bulgarini e il sindaco Variati – dichiara Daniele Beschin, responsabile cittadino di Forza Nuova – L’idea ci è venuta vedendo l’amicizia che esiste fra la pseudo artista Angelica Liddell e Romeo Castellucci, altro personaggi salito alla ribalta per gesti dissacratori verso la religione. Il suddetto Castellucci durante una sua rappresentazione ‘artistica’ pensava bene di lanciare degli escrementi su una rappresentazione del Cristo di Antonello da Messina”. “Noi abbiamo voluto mantenere la stessa forza artistica, però limitandoci ai potenti della nostra città, soprattutto a chi sappiamo amante dell’arte, dell’arte quella moderna e dissacratoria, il nostro vicesindaco Bulgarini; e quindi abbiamo pensato di valorizzarlo artisticamente in questa maniera”. Nessuna manifestazione quindi fuori e dentro al teatro olimpico, nonostante i toni della vigilia. “Abbiamo voluto ulteriormente dimostrare la nostra civiltà e maturità nel non manifestare con toni troppo accesi al di fuori del teatro olimpico stesso, in segno di rispetto per tutte quelle persone che hanno recitato il rosario di riparazione in concomitanza con l’oscena farsa teatrale”.

Forza Nuova Vicenza
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi