Venezia, Roberto Fiore:”Recrudescenza persecutoria contro Forza Nuova, non molliamo”

17 mag –

“Una sordida e subdola guerra viene combattuta contro Forza Nuova a Venezia, ma i forzanovisti hanno le spalle larghe”, è il commento di Roberto Fiore dopo la seconda perquisizione in pochi giorni – telefoni, PC e strumenti di lavoro sequestrati – subita da professionisti, madri di famiglia e studenti, tutti candidati con FN alle amministrative dello scorso anno, accusati, pur non avendo presentato le liste, di aver falsificato le firme.
” Venezia, a lungo capoluogo della corruzione generalizzata con il caso Galan, è stata teatro di violente e impunite aggressioni nei confronti dei forzanovisti e, in particolare, del suo capo storico Sebastiano Sartori.
Dopo un rilancio della nostra attività – prosegue Fiore – con l’ adesione di numerosi cittadini, le forze del “grande fratello” vengono sguinzagliate, ad un anno dai fatti, alla ricerca di prove inesistenti e sulla base di ipotesi ridicole”.
“Sarò nelle prossime ore a Venezia per denunciare questa recrudescenza persecutoria nei nostri confronti, c’è ancora un potere in città che, alla stregua delle frange più violente, pare avere come obiettivo prioritario quello di bloccare la crescita dell’unica forza politica in grado di metterlo in crisi”.

Forza Nuova
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi