Vaccini obbligatori? Fuorvianti polemiche; un contributo qualificato al dibattito in corso

Pescara 19 ott –
Dr. Massimo Pietrangeli
Specialista in clinica pediatrica
U.O. di Pediatria Osp.civ. di Pescara
Omotossicologo, allergologo, neonatologo –

Riceviamo e volentieri pubblichiamo
Forza Nuova – Dipartimento Disabilità

“Come la totalità dei medici di “AsSIS” (Associazione di Studi e Informazione sulla Salute, NON sponsorizzata da alcuna azienda, www.assis.it) non sono “contrario ai vaccini”, ma mi batto per una maggiore trasparenza di tali pratiche riguardanti milioni di bimbi, studiando serenamente i pro e i contro”.

Giudico veramente pretestuose e (come sempre) fuorvianti le polemiche e le proposte di legge sulla obbligatorietà dei vaccini.
Questa Medicina, la Medicina dell’ultimo secolo, al di là di poche significative conquiste scientifiche (soprattutto nell’ambito della diagnostica e della chirurgia), e di poche felici eccezioni, ha prodotto, produce e sostiene patologie che nel Terzo Mondo nemmeno esistono (il grande, compianto Enzo Iannacci affermava:“Questa Medicina è veramente fenomenale : pensate a quante malattie ha saputo inventare…!” ed era, semplicemente, nel giusto ): la Medicina che abbandona la dimensione umanistica e spirituale e persegue unicamente il profitto non può (e in realtà non “DEVE”) produrre che questo.
Senza menare il can per l’aia : lo testimonia il fatto che in America, tra tutte le CAUSE DI MORTE, la morte per Medicina ha raggiunto il primo posto in classifica, superando addirittura le morti per cause cardiovascolari e le morti per Tumori !
E questo dato è venuto fuori non già da uno studio “di parte”, ma chi lo ha commissionato ha fatto analizzare e confermare i dati da ben TRE istituzioni specializzate in studi epidemiologici !!! (*)
Tutto il resto, o quasi, è propaganda…, ma una propaganda con tanta di quella benzina nei motori che riesce a far credere ai più che avere una Colesterolemia a 220 mg sia più o meno essere nell’anticamera della morte, e lo stesso per una Glicemia di 110 o una Pressione Arteriosa di 150/80 a 70 anni…!
Propaganda, pura propaganda, tesa unicamente a portare denaro nelle casse di chi produce farmaci e nei portafogli di chi si presta a prescrivere dietro interessi.
Uno Stato serio dovrebbe porsi il problema dei conflitti di interesse dei medici che spingono a tutto spiano i vaccini anti-influenzali giudicati “acqua fresca” non dagli omeopati ma dal Settore Vaccini della Cochrane (la più autorevole istituzione di Revisione degli Studi Scientifici, giudicata tale per il suo essere “terza”, indipendente, non finanziata dall’industria ).
Il nostro (come, purtroppo tanti altri stati proni ai voleri delle immense lobbies che sappiamo), al contrario, foraggia i medici che più fanno vaccinare e (audite audite !) penalizza chi ha basse percentuali di vaccinati tra i propri pazienti.

La Scienza vera, pulita, non cerca di piegare la realtà alle proprie tesi, ma fa il contrario.
Quando la “scienza” è marcia, invece, rifugge un sereno confronto con i dissidenti e gli oppositori e li relega al ruolo di “untori”, “complottisti”, “disinformatori”, senza concedere opportunità reali di discutere in maniera paritetica (ne sono testimonianza le pessime disinformazioni tenute da tutti i Canali TV in occasione della “Suina”, dove a tener testa a 5-6 immunologi e vaccinatori vari sono state chiamate delle esperte del calibro, nientepopodimeno che, di Romina Power e Martina Colombari…, cui comunque va un plauso per l’impegno !).
Sarebbe, invece, opportuno ( se si vuole fare un minimo di INFORMAZIONE corretta e reale ) consentire agli oppositori un minimo di tribuna dove dibattere – DATI e STATISTICHE alla mano – su faccende riguardanti la salute dei cittadini.

Il primo vero motivo per cui ciò non avviene è che ovviamente hanno una paura fottuta di far comprendere alle persone che troppe delle “misure” adottate da ministri e ministeri (e “misteri” retrostanti…) – ufficialmente come “misure di prevenzione” – sono in realtà delle grandi fregature, spesso delle grandissime truffe, e il fatto che in molti vadano svegliandosi la dice lunga sulle loro preoccupazioni e sulle scelte di prendere queste decisioni.
Un altro motivo consiste nel fatto che la PREVENZIONE VERA, in realtà non interessa a nessuno, al di là dei proclami e degli “screening” di propaganda: perché quell’industria che in migliaia e migliaia di occasioni ha dimostrato di fare esattamente il contrario dovrebbe implementare una vera Prevenzione? Ma chi ci crede più ?!?
Uno Stato serio, che voglia VERAMENTE favorire la prevenzione, lo fa in altri mille modi, non vaccinando come le greggi i propri cittadini senza dati di maggiore sicurezza su questi farmaci!

Lo fa NON CONSENTENDO:
ALL’INDUSTRIA AGRARIA DI UTILIZZARE PESTICIDI IN MANIERA SELVAGGIA E COLTURE OGM…
AGLI ALLEVATORI DI USARE ANTIBIOTICI, CORTISONICI E ANABOLIZZANTI A TONNELLATE…
ALL’INDUSTRIA ALIMENTARE DI USARE CONSERVANTI E COLORANTI CANCEROGENI…
ALL’INDUSTRIA COSMETOLOGICA DI UTILIZZARE DECINE DI SOSTANZE CANCEROGENE…
ALL’INDUSTRIA FARMACEUTICA DI DESTINARE L’85% ALLA PUBBLICITA’ E IL 15% ALLA RICERCA…
ALL’INDUSTRIA CHIMICA DI IMMETTERE NEL MERCATO PRODOTTI PRO-LEUCEMICI…
AI MEDICI DI FARSI INTERVISTARE SENZA PRIMA DICHIARARE EVENTUALI CONFLITTI DI INTERESSE.

Si impegnassero in questo, i nostri ministri e i nostri politici!

L’Epigenetica parla chiaro : il nostro DNA si modifica in tempi velocissimi a causa degli inquinanti di ogni genere, farmaci compresi, e STANNO VENENDO SU GENERAZIONI SEMPRE PIU’ DEBOLI E CAGIONEVOLI a causa di questi problemi : un bambino che nasce oggi in Italia ( come nei Paesi “civilizzati” di questo meraviglioso Occidente ) ha una ASPETTATIVA DI VITA DI 7-8 ANNI INFERIORE rispetto alle ultime generazioni ; e poi : I TUMORI INFANTILI STANNO AUMENTANDO DEL 3,2% ALL’ANNO !!!
Questi sono i DATI REALI, questa è la triste verità, e il nostro Stato (come tutti gli Stati in cui i politici vanno a rimorchio dei diktat delle Banche), anziché prenderne atto, si accanisce contro chi, conscio di queste tristissime faccende, si preoccupa di salvaguardare REALMENTE la salute dei bambini e di tutti i cittadini…

Come la totalità dei medici di “AsSIS” ( Associazione di Studi e Informazione sulla Salute, NON sponsorizzata da alcuna azienda, www.assis.it) non sono “contrario ai vaccini” (ed ho addirittura scritto in favore di uno di essi, in buona fede, 8 anni fa ), ma mi batto per una maggiore trasparenza di tali pratiche riguardanti milioni di bimbi, studiando serenamente i pro e i contro.

Consiglio a questi censori di andare, serenamente, a studiare meglio i vaccini, un po’ di Tossicologia e di Epigenetica, ma – soprattutto – di non arroccarsi su posizioni che rifiutano il confronto con chi ha il solo torto di dissentire dai saperi “main stream” : ci dessero, senza paura alcuna, la possibilità di confrontarci in diretta, e non solo sui social. Ne va di una informazione corretta e utile alla sicurezza e alla crescita di tutti.

(*) Dal Sito del Dott. Ciro D’Arpa ( www.dottcirodarpa.it )
“Death by Medicine”, by Gary Null, PhD; Carolyn Dean MD, ND; Martin Feldman, MD; Debora Rasio, MD; and Dorothy Smith, PhD.
Consigliamo la lettura del testo originale, comprendente le tabelle, disponibile su:
http://www.lef.org/magazine/mag2004/mar2004_awsi_death_02.htm Lo studio in questione tratta dei farmaci, dei ricoveri ospedalieri e degli interventi chirurgici “ufficiali”, cioè di quelli “scientificamente validati”, approvati ed adottati dal governo degli Stati Uniti.
I dati riportati, probabilmente valutati per difetto, sono sufficienti a fare della “morte per medicina ufficiale” la prima causa nazionale di decesso (superiore a quella per tumori, cause cardiovascolari, incidenti stradali, etc.).

Le conclusioni, valide per gli Stati Uniti, suggeriscono analogie con quanto avviene negli altri Paesi industrializzati (tra cui l’Italia) in cui vige il monopolio della cosiddetta “medicina scientifica ufficiale”.

(…)
Morte da Medicina

La Medicina Naturale è messa attualmente sotto accusa perché le lobbies delle aziende farmaceutiche spingono i legislatori a tenere lontani gli americani dai benefici degli integratori dietetici. Il fronte dei gruppi delle aziende farmaceutiche lancia dispendiose campagne per screditare il valore di sani stili di vita. La FDA continua ad interferire con chi propone prodotti naturali competitivi ai farmaci di prescrizione.

Questi attacchi contro la Medicina Naturale oscurano un problema mortale che finora è rimasto sepolto dentro migliaia di pagine di testi scientifici.
In risposta a queste sfide senza fondamento alla Medicina Naturale, il Nutrition Institute of America ha commissionato uno studio indipendente di revisione sulla qualità della Medicina “ufficiale” [cioè “approvata dal governo”]. I risultati che emergono da questo meticoloso studio indicano che la Medicina Convenzionale è la causa principale di morte negli Stati Uniti.

Il Nutrition Institute of America è un’organizzazione no-profit che sponsorizza la ricerca indipendente da 30 anni. A sostegno del fatto che la Medicina Convenzionale è il killer numero uno d’America, il NIA ha voluto che ogni “cifra” di questa “indagine” sulla Medicina degli Stati Uniti fosse validata da studi scientifici pubblicati e controllati.

Ciò che state per leggere è una compilazione sbalorditiva di fatti che documenta che coloro che cercano di proibire ai consumatori l’accesso alle terapie naturali stanno fuorviando il pubblico.
Oltre 700.000 americani muoiono ogni anno per mano della Medicina “ufficiale”, mentre la FDA ed altri enti governativi fingono proteggere il pubblico tenendo lontani coloro che offrono alternative sicure.
Una revisione definitiva delle pubblicazioni mediche controllate e delle statistiche governative sulla sanità, indica che la Medicina americana causa più frequentemente danno che vantaggio.

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi