La Slovacchia e Marian Kotleba, Centro Europa in movimento

20 giu –
Componente di Alliance For Peace And Freedom e vicino al suo presidente Roberto Fiore ormai da due anni, Marian Kotleba sarà ospite in Italia prima della fine del 2016.

– E’ sufficiente leggere le dichiarazioni del premier socialista Fico a proposito dell’ immigrazione (“Non voglio immigrati mussulmani, semmai qualche cristiano”) oppure considerare il rifiuto dello stesso governo di accettare quote di pseudo rifugiati, per capire che l’avanzata dirompente di Kotleba e del suo Partito Popolare Nostra Slovacchia è tutt’altro che un fenomeno passeggero, essa investe, infatti, il futuro di tutta la nazione.
Il movimento ha ottenuto alle ultime elezioni oltre il 7% e 14 deputati, il più giovane di soli 22 anni, si è trattato di un’autentica ventata nazional-popolare che ha sbattuto fuori dal parlamento il vecchio partito di centro destra SNS e aperto a Kotleba, grazie all’enorme popolarità guadagnata come governatore efficiente e attento alle necessità del suo popolo della regione di Banská Bystrica, le porte del potere a livello nazionale.

Il Partito Popolare Nostra Slovacchia si propone di:

• sostituire il sistema parlamentare attuale con uno basato sulla democrazia diretta;
• razionalizzare la spesa per ottenere un bilancio statale in equilibrio;
• costruire l’indipendenza politica dello Stato Slovacco dalle istituzioni internazionali;
• fornire alla Slovacchia stabilità politico-militare e un adeguato livello di difesa nazionale;
• riformare il sistema giudiziario e garantire l’obiettività e l’efficienza dei procedimenti
giudiziari;
• garantire cibo ed energia per l’autosufficienza dello Stato;
• prendere le misure appropriate nel campo dell’istruzione, della cultura, della politica estera e del contrasto all’immigrazione per fermare il processo di perdita dell’identità nazionale slovacca

Redazione RadioFN

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi