Rimini – 6 dic
Forza Nuova all’attacco del Centro Commerciale dagli occhi a mandorla
Secondo gli esponenti del Movimento, l’attività “rappresenterà l’ennesimo colpo brutale ai danni dell’economia locale”

Aria di bufera, nella giornata di sabato 6 dicembre, per l’apertura del nuovo centro commerciale dagli occhi a mandorla che occuperà gli spazi dell’ex concessionaria “Antonelli” in zona Celle. Secondo le indiscrezioni, il centro commerciale cinese “Sole Rosso”, sarà un mega negozio di abbigliamento e accessori moda al cui interno si potrà trovare veramente di tutto e, con ogni probabilità, farà orario continuato e sarà aperto anche la domenica. Ad annunciare battaglia contro l’attività è la segreteria provinciale di Forza Nuova che, in una nota stampa esprime “la più assoluta contrarietà all’apertura oramai imminente di un nuovo centro commerciale cinese che rappresenterà l’ennesimo colpo brutale ai danni dell’economia locale, e, mentre imprenditori ed artigiani italiani sono costretti a chiudere, una via alla volta, un negozio dopo l’altro, il ‘mostro dagli occhi a mandorla’ conquisterà l’intera città”.

“Riteniamo essenziale – afferma la responsabile provinciale di Forza Nuova, Sara Barbieri – ora come non mai difendere il lavoro Italiano e le imprese riminesi sino ad oggi annientate da una pressione fiscale tra le più al mondo. Chiediamo l’immediata chiusura degli sportelli Equitalia, la diminuzione della pressione fiscale al 10% per i privati e al 20% per le imprese, e immediati incentivi fiscali ai giovani Italiani che aprono attività. Nel frattempo è necessario applicare un blocco totale di licenze e concessioni agli immigrati assieme ad un maggior controllo fiscale e sanitario su tutte le attività ad oggi aperte da stranieri sul territorio riminese. Invitiamo l’intera cittadinanza a boicottare questo nuovo mostro e ad acquistare esclusivamente prodotti italiani da commercianti italiani”.


2 commenti

Andrea · 11 Dicembre 2014 alle 18:35

Allora dovreste boicottare anche Zara che e’ tutto made in Cina, e tante altre catene piene di prodotti cinesi…Non immaginate quantifamiglie italiane vivono grazie alle aziende cinesi in Italia! E allora, quando ci danno lavoro a nero ci va bene quando aprono i negozi non ci piacciono piu’ .
Quanti italiani cresciuti a pane e sindacato sarebbero disposti a lavorare la domenica ? I cinesi sono in Italia da 40 anni, adesso ci svegliamo?? Siamo un popolo di ipocriti governati da delinquenti da noi votati per reciproco interesse. Siete come i sindacati che fanno gli scioperi adesso …Ma voi cosa avete fatto fino ad ora ?? Queste iniziative andavano fatte 10 anni fa… ormai e’ tardi !!
I cinesi aprono e i clienti saranno tutti italiani, perche’ i prodotti che vendono fanno schifo ma sono economici e gli italiani che sono poveri e rincoglioniti andranno li a fare spese !
Gli italiani nazionalisti sono tanti ma solo a parole, poi girano il culo dove gli conviene .

    Redazione1 · 11 Dicembre 2014 alle 21:46

    Evidentemente non sei informato: le campagne di FN contro i prodotti cinesi vanno avanti da più di 15 anni

I commenti sono chiusi.