Possiamo vivere di turismo, ma non lo facciamo.

Industria italiana? Possiamo vivere di turismo, ma non lo facciamo!

Il turismo è un tesoro che non riusciamo a sfruttare e che addirittura qualcuno disprezza.
Nella classifica mondiale sul rapporto qualità/prezzo eravamo al 28* posto e in due anni siamo scesi al 57*, com’è possibile?
Il turismo in Italia da lavoro a 1.106.000 persone, dieci volte più della chimica, invece l’indotto coinvolge 2.619.000 cioè un milione in più dell’industria metalmeccanica.
24* posto per la cattiva gestione politica, 19* posto per gli studi e 28* posto per gli investimenti, per non parlare delle infrastrutture 23* posto e qualità della vita 25*. Insomma, la politica sta distruggendo quello che i nostri avi ci hanno lasciato, mentre i nostri competitor avanzano.
L’Inghilterra ha 17 siti UNESCO e noi con 50 stiamo per essere sorpassati per ricavi dal turismo, nel marchio loro al 4* posto noi al 28*, il turismo pesa nel loro pil il 10,5% e da noi il 9%?
Basta vedere le piccole cose: il sito che pubblicizza l’Inghilterra(visit-britain.com) ha 10 lingue il nostro Italia.it solo 5.
Insomma, abbiamo un tesoro che non sfruttiamo che può dare lavoro, generare ricchezza e attrarre investimenti esteri, ma da decenni siamo in caduta libera. Cosa fare? Semplice: abbassare le tasse, investire nel turismo, semplificare la burocrazia nel turismo.
L’Italia è unica.

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi