Pavia di Udine, è già il secondo campo profughi per soli italiani

Pavia di Udine 16 giugno –

Dopo quello romano, ecco il secondo campo profughi per soli italiani. E’ stato allestito a Pavia di Udine per denunciare la situazione di difficoltà e di degrado di molti cittadini italiani.
Secondo Pronto Soccorso Sociale e Solidarietà Nazionale, le associazioni che operano all’interno della tendopoli, sono numerosi i friulani che vivono quotidianamente questo genere di situazioni di degrado. E proprio in occasione dell’allestimento della struttura è iniziata una raccolta di firme per chiedere al prefetto alloggi da destinare a chi una casa non ce l’ha più.
Siamo lungo la strada regionale 352 che da Udine porta a Grado.
Loris, Giorgio e Franco sono i primi ad aver preso vitto e alloggio in questa tendopoli alle porte del capoluogo.
Le polemiche non sono certo mancate, il segretario di Forza Nuova Udine, Lorenzo Mestroni, ha voluto rispondere al Partito Democratico cittadino:”Con che coraggio i membri del PD definiscono una speculazione il campo profughi per italiani? Proprio loro, che gestiscono occultamente il sistema delle cooperative rosse con finalità di profitto sulla pelle dei disperati di mezzo mondo, si permettono di dire certe cose? La sinistra italiana ha decapitato con le sue mani la propria vocazione alle cause popolari. Se Honsell e la sinistra credono che il campo profughi sia una messa in scena, sono invitati a venirci a trovare e capire coi loro occhi la gravità della situazione”. Infine Mestroni lancia un appello:”Invitiamo tutti gli italiani che sono in situazioni di emergenza abitativa e disagio sociale a venire al campo, organizziamoci e portiamo assieme fino in Prefettura le nostre rivendicazioni sociali”.

udine campo

Forza Nuova Udine
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi