Palermo, ritorna il 13 giugno la petizione #OrlandoDimettiti

Palermo 3 giugno –

Dopo il successo riscosso lo scorso sabato, 30 maggio, più di cento le firme raccolte in meno di tre ore, la federazione palermitana di Forza Nuova dà appuntamento per sabato 13 giugno, dalle 17:00 alle 20.00 in via Libertà, angolo via Mazzini, a tutti i palermitani che volessero sottoscrivere la petizione popolare che chiede le dimissioni del sindaco Leoluca Orlando.
” Chiediamo le dimissioni del sindaco Orlando – si legge nel comunicato stampa diffuso dal Movimento guidato da Roberto Fiore – perché, per ben quattro (4) mandati, ha fatto solo propaganda e vuota demagogia, dimostrando che il sindaco non lo ha mai saputo fare.
La città, sempre sommersa dall’immondizia, versa in condizioni di degrado e abbandono tali da far rimpiangere persino le disastrose precedenti amministrazioni , tuttavia: le tasse, tra le più alte d’Italia, sono aumentate, i servizi sono stati drasticamente ridotti e nessun taglio è stato fatto alle spese superflue.
Offensiva risulta, dunque, la lettera che il sindaco ha inviato ai palermitani, ammettendo l’inefficacia del servizio raccolta rifiuti, ma chiedendo di avere pazienza. La pazienza è finita, è ora che Orlando si faccia da parte”.
“Inoltre – continua la nota – l’eterno sindaco di questa città ha creato solo precariato e clientelismo, dimostrandosi sempre, e nonostante i cambi di casacca, il solito vecchio democristiano, bravo solo a costruire la sua carriera su un’ antimafia di facciata, capace di gettare fango, come fece per Giovanni Falcone, su chi la mafia la combatteva davvero.
Orlando sta sfregiando la città, le sue vie, le sue piazze, per fare un tram inutile che ne compromette per sempre la già disastrosa viabilità, ha sempre privilegiato le minoranze (Rom, islamici, associazioni omosessuali), care al suo integralismo politicamente corretto, infischiandosene dei cittadini.
La sua giunta dimostra ogni giorno di essere distante anni luce dai reali problemi della città ed impegnata solo in operazioni di facciata (si pensi all’enfasi con cui è stata propagandata la falsa speranza di concorrere a capitale europea della cultura o l’istituzione di un inutile parlamentino, con relative elezioni, degli immigrati residenti).
Riteniamo, quindi – conclude Forza Nuova – che il sindaco debba prendere atto dell’incapacità politica di dare risposte a Palermo e ai palermitani e lo invitiamo con un atto di umiltà a rassegnare le proprie dimissioni”.

Orlandodimettiti

Forza Nuova Palermo
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi