Onorato: “La battaglia contro il Cattolicesimo ha aperto le porte all’islam”

di Marco Guerra (IntelligoNews)

“Fermare l’immigrazione, arrestare tutti i combattenti dell’Isis presenti su suolo europeo, chiudere le ambasciate di Arabia Saudita e Qatar”. Giuseppe Onorato, dirigente Nazionale di Forza Nuova, intervistato da IntelligoNews, spiega quali sono le ricette del suo partito davanti alla minaccia del terrorismo di matrice islamica.
La posizione di Forza Nuova contro l’immigrazione di massa e l’islamizzazione dell’Europa è sempre stata nettissima. Che idea vi siete fatti sugli atti terroristici di Parigi?
“Noi rimaniamo con la barra dritta sulla nostra posizione, che ribadiamo dai tempi dell’11 settembre 2001: né Usa né islam, per un’Europa identitaria che affonda le sue radici nella cultura romana e cristiana. Siamo stati tra i pochi a recarci in visita di solidarietà a Damasco, denunciando l’incoerenza di un Occidente che ha finanziato e sostenuto l’Isis insieme a Israele, Arabia Saudita e Qatar. Il tutto nel silenzio generale dei principali media italiani ed europei. Non facciamo dietrologia, anche la giornalista di origini palestinesi Rula Jebreal ha recentemente spiegato molto bene che l’Arabia Saudita finanzia e produce terrorismo dagli anni ’70”.
Presumo allora che la grande marcia di Parigi sia solo una mossa dell’Europa per offrire un’unità di facciata…
“È stata una risposta ipocrita, la domanda che dobbiamo porci è a chi giova tutto questo. Il risultato di questo attentato sarà un’ulteriore stretta sulla libertà di pensiero dei singoli cittadini, l’avvicinamento dell’Europa a Usa e Israele, l’allontanamento dalla Russia e uno scontro di civiltà con i Paesi arabi. Noi siamo da sempre contro l’islamizzazione dell’Europa, ma siamo anche vicini ai governi arabi laici che combattono il terrorismo internazionale. Siamo stati fortemente contrari alle aggressioni contro l’Iraq di Saddam e la Libia di Gheddafi e ora sosteniamo il presidente siriano Assad; in questo quadro sono emblematiche le parole di condanna ai fatti di Parigi espresse dal leader libanese di hezbollah, Hassan Nasrallah”.
Anche perché i terroristi stanno venendo fuori dalle immense periferie delle città europee, abitate da immigrati di seconda e terza generazione…
“Questa Europa è il prodotto della rivoluzione francese che ha minato tutte le identità del continente e spianato la strada al relativismo, all’ateismo e al nulla cosmico. Il vuoto formatosi è stato occupato dall’Islam. La battaglia contro il cattolicesimo ha aperto le porte all’islam. Gli uomini vogliono identità e radici, basta vedere la reazione del movimento Pegida in Germania, con migliaia di persone che partecipano ai sit-in contro l’immigrazione di massa”.
Quali sono le vostre ricette per fermare questa deriva?
“In primis, fermare l’immigrazione di massa incontrollata, allo stesso tempo vanno subito arrestati tutti gli europei che hanno combattuto in Siria, i cosiddetti ‘foreign fighters’, e poi ancora si deve combattere l’Isis con un esercito europeo, ma senza fare un’azione di imperialismo nei Paesi arabi colpiti dallo Stato Islamico, infine, bisognerebbe subito chiudere le ambasciate di Arabia Saudita e Qatar”.

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi