Noto, FN per la famiglia; no al festival della pseudocultura gay

Noto 24 luglio –

La città di Noto, nei giorni 1 e 2 agosto, ospiterà, con il patrocinio dell’Assessorato alla cultura, la prima edizione del festival di ‘cultura gay’ “Giacinto – nature LGBT” e Forza Nuova annuncia battaglia.
“A prescindere dal diritto di manifestare – si legge in una nota – l’ossessiva ostentazione delle proprie tendenze sessuali, asse portante della cosiddetta ‘cultura gay’, è denigrante per gli stessi gay.
Anche molti omosessuali, infatti, rifiutano sia le parate carnascialesche che l’aggressione alla famiglia naturale dell’ideologia gender, che prevede anche la propaganda omosessualista fin dalle scuole primarie, indottrinamento che con “La buona scuola” di Renzi è già legge”.
“Le lobby gay parlano solo di lotta ad una presunta discriminazione, ma non hanno mai esposto con chiarezza certe verità, giungendo al punto di negare la stessa esistenza della folle teoria gender che nega il valore stesso del sesso biologico.
Con il varo delle leggi su diritti e unioni gay, inoltre, (Ddl Scalfarotto, Fedeli, Cirinnà) diverrà reato avere un’opinione differente sul tema e sarà istituito un vero e proprio psico-reato di orwelliana memoria, atto a punire penalmente ogni manifestazione di dissenso, in barba alle più elementari libertà costituzionali” – afferma il coordinatore provinciale di FN, Pietro Paolo Messina.

“Ci impegneremo, nei giorni antecedenti al festival, in una campagna diretta alla divulgazione della giusta controinformazione – annuncia Giovanni Ferrero, consigliere comunale del Movimento nella capitale del Barocco – i cittadini sono spesso ignari dei reali obiettivi che certi eventi si prefiggono, ma la grande manifestazione romana di piazza s.Giovanni ha confermato che gli italiani non vogliono il gender a scuola né le cosiddette “nozze” tra persone dello stesso sesso né, tanto meno, che si spenda denaro pubblico per i capricci di pochi.
La nostra è una battaglia di civiltà e di buon senso – conclude Ferrero – FN farà la sua parte, ma sta già lavorando per coinvolgere famiglie e associazioni per allargare il fronte del dissenso. Noto deve concentrarsi sulla propria vocazione turistica, rivolgersi alle famiglie e ai giovani, non vogliamo che diventi la capitale di un turismo indirizzato a chi intenda ostentare spudoratamente i propri gusti sessuali”.

Forza Nuova Siracusa
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi