Montichiari (BS), centri d’accoglienza “Terra di nessuno”

Montichiari (BS) 13 dic –

“Terra di nessuno”: queste le parole – in italiano e arabo – utilizzate sui cartelli che, nella giornata di domenica 13 dicembre, i militanti bresciani di Forza Nuova hanno affisso all’ingresso del comune di Montichiari. I cartelli intendevano comunicare, clandestini “finti-profughi” compresi, la situazione esplosiva della cittadina.

Dal Governo è infatti arrivata la notizia della volontà di predisporre un “centro di smistamento” nella ex-caserma Serini per i richiedenti asilo.
Tale struttura – denuncia il movimento politico Forza Nuova – sarà destinata a diventare il principale centro di raccolta e smistamento di clandestini dell’intero Nord Italia. L’hub ospiterà inizialmente circa 300 persone, ma vi è la certezza – viste tutte le altre simili esperienze sul territorio italiano – che il numero aumenterà in modo esponenziale e che tale situazione si protrarrà per parecchi anni.
Forza Nuova ritiene gravissima l’intenzione di voler installare tale centro di accoglienza e smistamento a Montichiari, come d’altronde in qualsiasi altra località d’Italia: la presenza di un vero e proprio “campo profughi” sul nostro territorio non può che portare problemi e disagi.
In conclusione, simili strutture rischiano di diventare vere e proprie terre di nessuno, completamente in mano ai clandestini che le occupano. I patrioti di Forza Nuova sono convinti che l’ex caserma Serini possa invece essere riutilizzata in decine di modi più utili e sicuri per la comunità di Montichiari (ad esempio, per l’emergenza abitativa degli Italiani in difficoltà economica).
I cittadini italiani di Montichiari non hanno certo bisogno di trovarsi a pochi passi da casa una tendopoli a cielo aperto, con centinaia di “ospiti indesiderati”.

Forza Nuova Brescia
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi