Monteforte d’Alpone (VR), no ad apertura nuovo centro islamico

Monteforte d’Alpone (VR) 12 febb –
Preso atto della prossima apertura di un Centro Islamico (davvero minima la differenza in termini di pericolosità rispetto ad una Moschea) nel comune di Monteforte d’Alpone e dietro sollecitazione della comunità locale, il nucleo veronese di FN ha manifestato alle ore 20.30 dei Giovedì 12 Febbraio con un presidio in Piazza Salvo d’Acquisto per affermare la propria contrarietà all’insediamento di nuovi luoghi di culto islamici perché costituiscono una possibile base ideologica e di reclutamento, utilizzata anche a scopi terroristici.

Gli ultimi avvenimenti dimostrano come la costruzione di moschee o di centri culturali islamici non conducano affatto ad un’integrazione della comunità mussulmana nel tessuto sociale del paese ospitante, ma contribuiscano, di fatto, a creare emarginazione e ghettizzazione che, nel giro di breve tempo, maturano in pericolosi episodi di estremismo religioso. Le seconde generazioni di mussulmani parigini, come all’occorrenza quelle di islamici milanesi o padovani, non si sentono né nordafricani né pakistani, né francesi o italiani e da questo status scaturisce quella esclusione dei “senza patria”, sfociante poi nell’estremo disagio sociale e nell’insicurezza dilagante.
Londra, Parigi, Stoccolma, Berlino raccontano questa realtà e non ciò che ogni giorno viene impartito da talk show, pubblicità o cinematografia.

Prima Bilal Bosnic, l’imam salafita che, dopo aver fatto tappa e proseliti in molte città del Nord Italia, venne arrestato nel settembre del 2014 in Bosnia, accusato di aver finanziato e reclutato giovani bosniaci per combattere al fianco dei gruppi jihadisti, vicini all’Isis, in Siria contro Assad e in Iraq. Poi la strage parigina perpetrata al grido di “Vendicheremo il profeta Maometto!”. Entrambi gli episodi testimoniano che l’Isis non rappresenta un pericolo gravissimo solo per le migliaia di cristiani vittime di vere e proprie campagne di persecuzione in Iraq, Siria, Libia e Libano, ma che l’infezione del fondamentalismo islamico assassino risulta già presente in Europa e punta diretto a Roma.

Di fronte a questo scenario, Forza Nuova Verona tiene a puntualizzare che la costruzione di moschee sul territorio europeo rappresenta la diretta conseguenza di scellerate politiche immigrazioniste e di strategie orchestrate a tavolino da tutti quei Capi di Stato, da tutte quelle forze di governo e da tutte quelle testate giornalistiche che, negli ultimi 70 anni, hanno contribuito a fare dell’Europa, una terra di conquista prima culturale e successivamente politica. È bene ricordare che la stessa Lega Nord, che ora nelle piazze e nei banchetti continua a riversare menzogne di ogni tipo sul proprio elettorato in tema di federalismo ed immigrazione, negli anni in cui sedeva al Governo, con Maroni Ministro dell’Interno dal 2008 al 2011, non ha saputo minimamente porre freno all’ondata immigratoria che sta tuttora investendo l’intera Italia.
Dal “Rapporto Annuale 2014 sull’immigrazione in Veneto” (Regione presieduta, dal 2010, dal leghista Luca Zaia) emerge che gli stranieri presenti nella nostra regione al 01/01/2014 raggiungono le 514.000 unità, pari al 10,4% dell’intera popolazione residente, un decimo di tutti gli stranieri presenti in Italia. Nel 2013 si è registrato un aumento di 27.000 unità; 42.000 sono i lavoratori disoccupati sui circa 200.000 totali in Veneto. Le province con il maggior numero di stranieri residenti sono Treviso e Verona (amministrata dal 2007 dal leghista Tosi) con oltre 100.000 unità, seguite da Vicenza e Padova già sopra le 95.000 presenze.

Non si deve, dunque, dimenticare che i nemici di adesso non sono altro che la seconda o la terza generazione di immigrati che, approfittando della totale inefficacia di leggi come la Bossi-Fini, sono sbarcati anni fa e continuano a sbarcare a migliaia nel nostro Paese, e che in seguito, sfruttando la pochezza dei controlli e la libertà di azione e di aggregazione loro concessa, si sono rivelati veri e propri avamposti sul territorio europeo.

Forza Nuova Verona
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi