Milano, orgoglio e dignità: la protesta degli agricoltori lombardi

Milano 11 febb –
Oggi alle porte di Milano si sono presentati oltre 100 trattori e un migliaio di agricoltori spinti dalla volontà di reagire alle assurde normative europee che stanno portando al fallimento l’allevamento e l’agricoltura italiana.

Da diversi anni questi lavoratori e imprenditori denunciano: l’iniquità delle cosiddette “quote latte” e relative multe, la magmatica e caotica evoluzione di norme nazionali e regionali astruse, nonché l’indifferenza dei politici sui quali, in passato, avevano riposto tanta fiducia.
Una delegazione di Forza Nuova è scesa in piazza, davanti Pirellone, per manifestare la propria solidarietà e il proprio incondizionato appoggio alla protesta di questi allevatori e agricoltori italiani, i quali si sentono indifesi di fronte all’aggressione delle multinazionali dell’industria alimentare che monopolizzano il mercato con prodotti a basso costo di pessima qualità.
Mentre i governi europei discutono di inasprire le assurde sanzioni alla Russia che già hanno causato ingenti danni economici alla nostra agricoltura; mentre il governo (anti) nazionale litiga sulla legge elettorale e discute di prostitute e quartieri a luci rosse; mentre il presidente della Regione Lombardia Maroni è irreperibile; i militanti di Forza Nuova sono e saranno ancora in piazza al fianco degli agricoltori che, con Orgoglio e Dignità, difendono le loro aziende familiari, i diritti dei lavoratori della terra e la qualità dei prodotti italiani.

Forza Nuova Milano
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi