Libia, Fiore:”Intervento possibile solo rompendo alleanza con Turchia”

Roma 3 mar –
Dopo la morte dei due ostaggi italiani nelle mani dei terroristi, tornano le ipotesi di un intervento militare guidato dall’Italia in Libia.
“Ne parlammo tra i primi, ma, dopo le pressioni USA e Nato e le informazioni ormai più che confermate sul ruolo della Turchia, le condizioni di un intervento militare guidato dall’Italia sono oggi problematiche”, sostiene Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova.
“La Turchia di Erdogan, non è più un segreto per nessuno, finanzia e fa affari con l’Isis, solo svincolandosi da simili ambigui partners un intervento sarebbe ipotizzabile, in caso contrario, e vista anche l’inquietante presenza del figlio di Erdogan a Bologna, chi potrebbe garantire i nostri soldati dalla collaborazione dei Turchi con quello che dovrebbe essere un comune nemico? E’ indispensabile che la gestione italiana dell’ intervento sia salvaguardata – conclude Fiore – e la presenza turca nella coalizione non ci garantirebbe affatto”.

Forza Nuova
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi