Guerra all’Europa; è tempo di riscossa

Roma 19 marzo –

Roberto Fiore* –

I fatti di Tunisi non consentono di temporeggiare ulteriormente. L’ Italia e l’ Europa non hanno altra soluzione che l’ intervento armato. Per capire cosa va fatto e perché, è necessario precisare alcune cose:

1) L’ attacco militare dell’ ISIS è diretto in primo luogo all’ Europa. Il piano è in perfetta sintonia con quanto voluto dall’ ala guerrafondaia americana, rappresentata dai neo conservatori, e da Israele che punta ad un controesodo degli ebrei “terrorizzati”dall’ Europa in Israele

2) L’aggressione finanziaria nei confronti dei PIIGS (Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia, Spagna NdR) era il primo stadio di un’articolata strategia, l’ attacco ai valori della famiglia e ai costumi il secondo, l’ attacco militare il terzo.
Quindi, l’ Isis è alleata direttamente a Qatar e servizi segreti sauditi e, indirettamente ad Israele, Turchia e ala neoconservative americana

3) L’invasione massiva di immigrati in Europa del sud non è altro che l’ atto sostitutivo del tradizionale attacco via mare, un tempo affidato alla flotta ottomana e oggi realizzato con il moderno cavallo di Troia del flusso biblico di immigrati, da cui scaturiscono migliaia di potenziali o futuri jihadisti.

L’ unica azione possibile da parte dell’ Italia, dei PIIGS e dell’ Europa intera, deve prevedere la realizzazione dei seguenti passi:

1) L’occupazione, ad opera dell’ esercito italiano e degli altri eserciti europei, delle coste della Libia, al fine di permettere l’ approvvigionamento energetico, lo smantellamento dell’ ISIS ed il mantenimento dell’ ordine

2) La formazione di un cordone di navi al largo delle coste libiche per impedire la partenza dei gommoni e garantire l’ arresto degli scafisti da processare immediatamente sotto corte marziale.

Solo così, l’ Italia e l’ Europa dei PIIGS riacquisterebbero prestigio e forza, avviando la necessaria riscossa e mettendo finalmente sotto scacco chi vuole la morte dell’ Europa e della sua civiltà.

*Segretario nazionale Forza Nuova

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi