Giorno del ricordo, richiesta spiegazioni ai Comuni di Brescia e Lumezzane

Brescia, Lumezzane 10 febb –

Nella mattinata di martedì 10 febbraio, i responsabili delle sezioni bresciana e lumezzanese di Forza Nuova hanno presentato e protocollato presso i rispettivi uffici comunali una lettera indirizzata ai sindaci Del Bono e Zani, in cui si chiede esplicitamente conto dello svolgimento di iniziative per “rinnovare la memoria della tragedia degli Italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli Istriani, Fiumani e Dalmati nel secondo dopoguerra”, come letteralmente disposto dalla legge n. 92 del 2004.

Per quanto riguarda Lumezzane, l’attenzione è stata posta sulla mancanza totale – a nostro avviso gravissima – di commemorazioni, per cui i militanti stessi di Forza Nuova, nella serata di lunedì, hanno ritenuto doveroso svolgere qualche minuto di riflessione in forma personale davanti alla targa apposta lo scorso anno e dedicata ai Martiri delle Foibe.

A Brescia, l’unica forma di informazione e commemorazione al riguardo si è svolta in mattinata presso l’auditorium San Barnaba e risulta pilotata e denaturata da elementi con tendenze politiche, quali CGIL o ANPI, quest’ultima associazione spesso offensiva e tendenziosa oltre i limiti del buon senso verso la sofferenza e la morte di decine di migliaia di nostri connazionali.

È fin troppo evidente che le due amministrazioni, entrambe di centro-sinistra e a guida PD, abbiano volutamente e maldestramente tentato di “dimenticare” o “deviare” un fatto storico evidentemente ancora oggi scomodo. Non potendo accettare che esistano ancora morti italiani di “serie B”, chiediamo e pretendiamo che le due giunte comunali chiariscano la propria posizione davanti alla cittadinanza, alle associazioni di esuli e dei loro discendenti.

Forza Nuova Federaz. prov.le di Brescia
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi