Genova: “Basta stupri”; blitz FN lancia passeggiate per la sicurezza

Genova 17 luglio –

Gli stessi luoghi del quartiere Campasso – dove poche ore prima una giovane studentessa genovese è stata vittima di un feroce stupro da parte di tre stranieri, probabilmente sudamericani – sono stati teatro di un blitz dei forzanovisti genovesi.
“Chi stupra una donna non merita di vivere. Non è possibile nessun tipo di spiegazione, nessuna
giustificazione, nessun perbenismo – si legge in una nota della Federazione provinciale -Genova e’ una città che non sa cosa vuol dire sicurezza: da Levante a Ponente bande di extracomunitari impuniti fanno quello che vogliono nelle strade, nei quartieri, sui treni, sui mezzi pubblici.
La società multirazziale e’ fallita, la volontà di africanizzare e latinizzare Genova ha portato solo delinquenza e degrado”.
“A Ponente gli italiani hanno paura ad uscire di casa dopo una certa ora, sono vittime dimenticate di un sistema che preferisce gli stranieri ai propri figli e che poi partorisce stupri bestiali. Forza Nuova non può permettere tutto questo! Contro il degrado ed il menefreghismo delle istituzioni – continua la nota -Forza Nuova inaugura le passeggiate per la sicurezza nei quartieri difficili, dove, molto spesso, rappresentiamo l’unica barriera al declino e al caos.
Se lo Stato e le istituzioni non proteggono i cittadini, sarà compito di Forza Nuova fare in modo di tutelarli, impedendo gli stupri per ridare speranza al popolo genovese”.

1 (1)

3

Forza Nuova Genova
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi