Gender e immigrazione: Italia sotto attacco, difendersi è necessario!

Roma 27 luglio – Roberto Fiore* –

“Contro il gender a scuola, l’arma del referendum”

C’è una linea sottile che lega la manifestazione contro il gender e per la famiglia dello scorso 20 giugno a Roma e le proteste degli ultimi giorni contro l’ assegnazione di case ai “rifugiati”.
Certamente gli uomini e le donne in strada non erano gli stessi, ma esprimevano un identico sentimento di ribellione e una medesima necessità di autodifesa.
Il nostro è un popolo non più ascoltato che si vede aggredito da un pericolo incalzante, che si tratti di fiabe gay per i nostri figli o di clandestini che ogni giorno mettono in pericolo l’ ordine civile e, soprattutto, le nostre donne.
Il Governo, incapace di intendere e di volere, ormai ridotto a soggetto sotto tutela, balbetta senza dire né sì né no, fa passare di nascosto la legge della pessima scuola, che introduce la follia gender quasi fosse una materia scolastica, e accetta supinamente immigrati senza fine (nemmeno l’ 1% sono veri profughi), incrementando, da nord a sud, una situazione di disordine mai vista.

Dobbiamo rispondere a tono! Forza Nuova, fedele alla propria vocazione “avanguardista”, è in prima linea su entrambi i fronti:
sul fronte immigrazione, con la costante presenza dei suoi militanti ovunque sia necessario e gli italiani lo richiedano, in osservanza delle norme del buon senso comune – che i diktat prefettizi, sempre più antipopolari, mostrano di voler ignorare – e della evidente necessità di Ordine nella tranquillità; contro il gender, la cui introduzione consentirà di toccare i nostri figli nel corpo e nello spirito, con l’ arma del referendum.

Insieme a tutte le forze che lo riterranno opportuno, non ci tireremo indietro. Restiamo a disposizione degli italiani, al di là della partitocrazia di destra e di sinistra, perché la missione è chiarissima: salvare le nostre donne, salvare i nostri figli.

*Segretario nazionale Forza Nuova
Presidente Alliance for Peace and Freedom

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi