Forza Nuova


Forza Nuova è un movimento politico fondato il 29 settembre del 1997, sotto il patrocinio di San Michele Arcangelo, da Massimo Morsello e Roberto Fiore. Attorno a Massimo – scomparso nel marzo del 2001 a causa di una gravissima malattia, sopportata e combattuta eroicamente per anni – e a Roberto, attuale segretario nazionale del Movimento, si raccolsero allora, e continuano a farlo oggi, uomini e donne che per il bene della nostra Patria hanno aderito al progetto politico illustrato negli “Otto punti programmatici per la Ricostruzione Nazionale”. La radicale critica alla cultura dominante e la sua netta contrapposizione al cosiddetto mondo moderno, in nome di principi e valori perenni sui quali riedificare la Civiltà, fanno di Forza Nuova una realtà politico-ideale non assimilabile alle altre esistenti. Forza Nuova è, infatti, l’avanguardia della Ricostruzione Nazionale fondata sulla fedeltà all’ordine naturale, e alle radici, indispensabili a garantirne il futuro,  dell’identità italiana ed europea in ogni suo aspetto: “Dio, Patria, Famiglia, Lavoro” è il motto che declina i princìpi cardine dell’azione forzanovista; vera linfa vitale per la vita di ogni consorzio umano associato, chiamato ad edificare civiltà e vero progresso ossia a realizzare la forma più alta possibile di convivenza tra gli uomini che è tale solo se conforme alla verità oggettiva che caratterizza l’esistente. La necessità di fermare lo stato di decadenza morale, politico ed economico in cui versa il popolo italiano per avviare una necessaria inversione di tendenza – volta alla ricostruzione di quanto è stato, ed è ancora, deturpato da decenni di inettitudine, servilismo, malaffare ed empietà varie – è il nostro primo obiettivo irrinunciabile. Per questo Forza Nuova si è costituita ed opera ad ogni livello, culturale, politico e sociale, chiamando a raccolta i più validi elementi della comunità nazionale, coscienti di dover dare il proprio contributo alla realizzazione del bene comune ed al riscatto della Patria, nel solco della migliore tradizione nazionale che è Cristiana e Romana. Forza Nuova, movimento nazionalista e popolare, capace di coniugare tradizione e rivoluzione, è oggi la realtà politica nazionalrivoluzionaria più sviluppata e radicata sull’intero territorio nazionale. Negli ultimi anni, l’impegno del Movimento si è indirizzato alla fondazione e al potenziamento di strutture e attività di “contropotere” popolare, volte a supplire le inadeguatezze sempre più evidenti dello Stato: dal mondo del volontariato a quello della cultura, la presenza di Forza Nuova non ha mancato di farsi notare.  Ciò non ha impedito, tuttavia, un concreto impegno politico sul territorio, con decine di consiglieri comunali eletti, e a livello europeo. Per meglio agire in Europa, Forza Nuova è stata fra le realtà promotrici di un fronte comune, un partito paneuropeo, rappresentato anche all’europarlamento, composto da forze patriottiche ed euroscettiche provenienti da ogni parte del Vecchio Continente:  Alliance for Peace and Freedom (APF) è presieduta dallo stesso Roberto Fiore.


8 Punti

1 . ABROGAZIONE DELLE LEGGI ABORTISTE

Forza Nuova si batte per l’abolizione immediata di tutte le leggi e le pratiche abortive che, in nome di un dichiarato edonismo e di una presunta socialità, hanno,  negli ultimi decenni, insanguinato il mondo, minando il presente ed il futuro dei popoli. Un popolo che uccide i propri figli non ha futuro.  Aderendo al principio che la vita comincia dal concepimento e che la fine dell’uomo trascende l’esistenza terrena, Forza Nuova opera per la rigenerazione dei costumi del popolo e considera determinante la creazione di strutture volte all’accoglienza del nascituro in una società in cui i bambini e le famiglie siano gli unici privilegiati.

2 . FAMIGLIA E CRESCITA DEMOGRAFICA AL CENTRO DELLA POLITICA DI RINASCITA NAZIONALE

La famiglia, come elemento primo e cardine della società, va incoraggiata e privilegiata. Forza Nuova, riconoscendo nella sua struttura tradizionale un elemento essenziale per la ricostruzione nazionale, protegge e tutela l’indissolubilità del matrimonio, incentiva il lavoro della donna entro le mura domestiche, privilegia ed incoraggia le famiglie numerose.  Una forte politica demografica, accompagnata da una nuova visione della società, in cui le stesse concezioni architettoniche ed urbanistiche si adattino alle famiglie numerose, è alla base della rinascita nazionale. Nel quadro di una politica tesa alla salvaguardia delle giovani generazioni, Forza Nuova auspica, inoltre, un deciso impegno contro la diffusione di tutte le sostanze stupefacenti e la stessa cultura della droga, sponsorizzata dai poteri forti.

3 . BLOCCO DELL’IMMIGRAZIONE E AVVIO DI UN UMANO RIMPATRIO

Forza Nuova vede nell’attuale fenomeno dell’immigrazione una dolorosa ferita per l’armoniosa convivenza tra i popoli. Infatti, oltre ad essere un elemento di turbamento dell’ordine pubblico e di perdita del patrimonio culturale, l’immigrazione è un salasso d’energie umane per gli stessi popoli immigranti.
In quest’ottica, vista la particolare pregnanza per il nostro Paese del problema africano, Forza Nuova esalta il ruolo fondamentale dei popoli europei nella ricostruzione del moribondo continente nero: ricostruzione che sortirebbe l’effetto di tutelare il diritto dei popoli africani a vivere dignitosamente nella propria terra.

4 . MESSA AL BANDO DELLA MASSONERIA E SETTE SEGRETE

Forza Nuova lotta per la piena indipendenza politica e militare della  nostra nazione, per la conseguente estromissione dal nostro suolo di ogni forza d’occupazione straniera e per la revisione dei trattati che mettono a repentaglio la sicurezza e l’indipendenza della nazione. Forza Nuova si batte per l’immediata messa al bando di tutte le organizzazioni massoniche e di quelle che praticano metodi cospiratori e segreti. Questi corpi hanno già colpito e avvelenato il tessuto morale e politico del nostro popolo e pertanto vanno neutralizzati con fermezza. Vanno inoltre messi in condizione di non nuocere quei gruppi la cui fedeltà a potenze e lobby anti italiane è chiara e conclamata. Le potenze straniere resesi responsabili, tramite propri agenti e servizi segreti, di omicidi o stragi nel nostro Paese devono rispondere del proprio operato.

5 . SRADICAMENTO DELL′USURA E AZZERAMENTO DEL DEBITO PUBBLICO

Forza Nuova individua tra i suoi compiti urgenti la distruzione dell’usura con la soppressione delle bande criminali dedite allo strozzinaggio e soprattutto attraverso l’attacco all’interesse applicato su prestiti non produttivi. La banca deve essere riconcepita come istituto di vero credito popolare, orientato verso il bene comune e pertanto controllata dallo Stato. Forza Nuova esige che venga cancellato il debito pubblico nei confronti del Fondo Monetario e di altri istituti, fonte di ingiuste imposte. Sia lo Stato, inoltre, a battere moneta nell’interesse del popolo, sottraendo alle banche questo potere ingiustamente acquisito. Solo così i popoli della terra si libereranno dall’ingiusto debito che sta portando miseria e fame in un mondo che, grazie all’avanzamento tecnologico, potrebbe vivere nell’abbondanza e nel benessere economico.

6 . RIPRISTINO DEL CONCORDATO STATO-CHIESA DEL 1929

Forza Nuova chiede il ritorno in vigore del Concordato del 1929, con cui lo Stato italiano riconosce alla Chiesa Romana il ruolo di guida spirituale del popolo e pone i giusti confini tra opera dello Stato e opera della Chiesa. Forza Nuova ritiene essenziale che la Fede, che ha accompagnato il nostro popolo per duemila anni, venga custodita e trasmessa fedelmente alle future generazioni, respingendo la cultura nichilista e laicista oggi imperante.

7 . ABROGAZIONE DELLE LEGGI MANCINO E SCELBA

Forza Nuova sollecita l’abolizione delle leggi liberticide conosciute come Mancino e Scelba, espressioni normative di una cultura dominante che tirannicamente impedisce  pensiero ed azione, volti alla difesa della nostra storia nonché del patrimonio culturale e religioso del nostro Paese.

8 . FORMAZIONE DI CORPORAZIONI PER LA DIFESA DEI LAVORATORI E DELLA COMUNITA′ NAZIONALE

Forza Nuova si batte, infine, per la costruzione di nuove strutture di tipo autenticamente corporativo che, in luogo di un sindacato sempre più burocratico  e sempre più appiattito sulle posizioni del potere economico, si profilino come elemento di riqualificazione del lavoro e di valorizzazione della proprietà. Il rifiorire delle Corporazioni darà vigore  all’apprendistato, alla sicurezza e alla pace sociale, restituendo al lavoro l’aspetto sacro di continuazione dell’opera divina. Di paese in paese, le corporazioni costituiranno la necessaria protezione per il lavoratore, per la sua famiglia e per la comunità intera, restituendo vita ad un’Italia ordinata e prospera, nuovamente consapevole della propria missione nel mondo.