Fiore:”Fermo va protetta da Boldrini-Alfano e da TG nazionali”

Roma 10 lug –

“Si metta fine allo spettacolo patetico di un governo che – all’inizio di una nuova crisi economico-bancaria e all’apice dell’ emergenza immigrazione – fa la parte dello sciacallo sul cadavere di un uomo, scatenando una guerra santa contro un improbabile razzismo a Fermo”, lo dichiara Roberto Fiore in una nota di questo pomeriggio.
“Nonostante referti, autopsia e testimonianze parlino di una violenta aggressione messa in atto dai due nigeriani, i media che contano sono unanimi nella criminalizzazione non solo di una persona – Mancini – ma di una parte consistente di una cittadina di provincia, Fermo, colpevole soltanto di essere spaventata dal caos immigratorio”.
“Nessuno parla, infatti, di Lido Tre Archi (Fermo) e di Hotel House (Porto Recanati) – prosegue Fiore – complessi dove vivono in tutto 7/8.000 immigrati clandestini e dove, ormai da tempo, non c’è più legge né normalità, se non quelle barbare e selvagge della criminalità tribale extracomunitaria”.

“Fermo ha assistito in pochi mesi a un omicidio e a tre bombe nelle canoniche, Forza Nuova non può che intervenire e chiedere con forza il ripristino dell’ ordine. Nelle prossime settimane sarò a Lido Tre Archi e al centro di Fermo – annuncia Fiore – per stare vicino agli italiani che non vogliono gettare la spugna e consegnare le proprie città al caos”.

Forza Nuova
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi