Fiore:”Austria e Cipro, segnali di un cambiamento indispensabile”

Roma 23 mag –

Fine settimana importante per i partiti nazionalisti europei. Il segnale che arriva dall’Austria ha del clamoroso: l’ FPO, liberale, ma molto sensibile alla funesta gestione dei presunti profughi, si sta addirittura giocando la vittoria alle presidenziali, ma ottime notizie giungono anche da Cipro dove ELAM, partito nazionalpopolare a noi storicamente molto vicino, ha guadagnato il 3,71%, raddoppiando i consensi ed entrando in Parlamento per la prima volta con due deputati. ELAM, per di più, ha così superato una soglia di sbarramento raddoppiata apposta per bloccarne la crescita.

“Nonostante la demonizzazione dei media che ha avuto come al solito un peso importante – dichiara Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova e presidente del partito paneuropeo Alliance for Peace and Freedom – importanti e incoraggianti segnali del risveglio dei popoli europei giungono da più parti”.

“A Cipro, in particolare, il voto ha premiato un movimento sempre fermo e coerente sia contro l’alta finanza, sostenuta dalla UE, (Cipro fu la prima a subire gli effetti delle disastrose scelte economiche delle banche centrali) sia contro la vergognosa occupazione turca del nord dell’isola; dovremmo chiedere ai ciprioti, che conoscono bene i modi di fare turchi – continua Fiore – cosa pensano degli accordi fra UE e Turchia sulla gestione dei profughi. Come si può pensare ad una soluzione gestita da Erdogan quando la Turchia è il primo Paese impegnato a destabilizzare il Medio Oriente e il primo a fare affari con l’ISIS”.

“Austriaci e ciprioti prendono posizione contro le scelte deleterie degli euro burocrati in materia economica, sulla gestione dei profughi e le aperture alla Turchia, posizioni su cui in Italia e in Europa – conclude Fiore – Forza Nuova e APF continueranno a battersi”.

Forza Nuova
APF Italia
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi