Fiore: “USA non capiscono che il mondo va dalla parte opposta”

Roma, 14 sett –

“Se fino a poco tempo fa tutto ciò che proveniva dalla Casa Bianca, o dalla sua ambasciata, era legge, se fino a ieri i leader politici (tra i quali anche Grillo e Bossi) facevano la coda per genuflettersi politicamente nelle stanze di via Veneto, oggi nessuno sembra più cercare gli ex dominatori americani”, lo afferma Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova, commentando le reazioni alle ingerenze dell’ ambasciatore USA in Italia in materia di referendum costituzionale.
” Gli oscuri poteri a stelle e strisce – che per decenni hanno agito attraverso la mafia e i nostri servizi asserviti, oltre che per mezzo di banche e partiti, dettando persino l’unità europea e la nefasta moneta unica – sono oggi in evidente difficoltà. Dopo aver perso la guerra in Siria e Medio Oriente – continua Fiore – rischiano di perdere anche la casa madre, considerato il probabile trionfo di Trump”.
“Il nuovo ruolo della Russia, il rifiuto del TTIP, l’emergente volontà europea di non cadere nella trappola dello scontro con Putin, ma, soprattutto, l’evidente, quotidiano fallimento del modello di esportazione made in USA rappresentato dalla società multireligiosa e multietnica sono chiodi sulla bara di una storia durata 70 anni. Una storia di umiliazioni, di servaggio, di un’ Europa nata schiava”.
” Nonostante rinvii e brogli – conclude il segretario di Forza Nuova – l’autunno vedrà l’ intera Europa orientale dire No a Bruxelles e a Washington. Saranno rifiutate definitivamente le sostituzioni di popoli e le derive dissolutorie di leggi contro la vita e la famiglia, rimosse le truppe NATO dai cannoni puntati verso Mosca. E poi sarà il momento anche dell’ Occidente europeo, il momento di Roma, Parigi e Berlino. E sarà, quindi, di nuovo Europa”.

Forza Nuova
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi