FIORE: ” MINISTRI E SOTTOSEGRETARIO, DIMISSIONI PER ‘BASSO TRADIMENTO’ “

Roma – 31 dic
“Probabilmente non è alto tradimento, ma un basso tradimento quello per il quale i nostri ministri e sottosegretari dell’ NCD dovrebbero dimettersi, insieme con il ‘ministro della Lega coop’ Poletti”, sarcastico e deciso, allo stesso tempo, l’intervento di Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova, sul filone dello scandalo Mafia-Capitale che porta dritto dritto alla gestione dei grandi e piccoli centri di accoglienza per i clandestini in Sicilia.
“Il sottosegretario Castiglione, grande manovratore della maxi struttura del CARA di Mineo dove il sinistro Odevaine (ce lo ricordiamo ancora austero militante e sprangatore di fascisti da giovane) faceva il bello e cattivo tempo, orientando i flussi, il parlamentare europeo intestatario di appartamenti girati alle cooperative mafiose, i sindaci NCD della stessa Mineo e di Bronte, quest’ultimo suocero dello stesso Castiglione … L’operazione Mare Nostrum fortemente voluta da Alfano, a cui tutti i soggetti in ballo sono legati a doppio filo, ha più di una lettura: quella buonista del ‘salviamoli dalla morte certa’ e quella cinico-affaristica del ‘visto che sono qui facciamoci i soldi sopra’.”
“Si capisce bene – ha concluso Fiore – perché migliaia di profughi siriani non siano andati nel campi in Giordania o non siano sbarcati a Cipro o in Turchia, dove c’e’ una fiorente economia. Tutti in Italia dove c’era l’ organizzazione gestita dai servizi segreti che si serviva dei suoi uomini di destra e sinistra per intascare parte della manna dei fondi nazionali ed europei per l’emergenza immigrazione”.

Forza Nuova
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi