Il fantastico mondo senza identità di Boldrini&C

6 febb – Marco Carucci –
La Boldrini vuole rottamare Tricolore e inno nazionale e tace sull’utero in affitto.
Hanno quasi dell’incredibile l’odio e l’astio che nutre il presidente della Camera, Laura Boldrini, verso il popolo Italiano e tutto ciò che rappresenta l’orgoglio, l’onore e la bellezza della Patria.
E’ quasi incredibile pensare che sia la terza carica dello Stato… italiano!
Nel mondo di Boldrini&C, le frontiere d’Italia non dovrebbero esistere, l’esercito non dovrebbe esistere, la cittadinanza si dovrebbe regalare a chiunque nascesse per caso sul territorio della nostra Patria o la comprasse pagando le tasse.
Nel mondo di Boldrini&C, il grembo delle madri diventa merce, i bambini prodotto, gli anziani scarti da eliminare, la famiglia naturale un inutile retaggio socio-antropologico, le coppie gay, invece, l’auspicato futuro per i nostri giovani.
Nel mondo di Boldrini&C anche la bandiera nazionale, per la quale hanno vissuto, lottato, sofferto e sono morti milioni di Italiani consapevoli, e non mi riferisco certamente a quelli del cosiddetto risorgimento, diventa poco più di uno straccio da ammainare in favore del panno blu stellato, imposto dall’Unione Europea. Stessa sorte per l’inno nazionale: canzonetta da eliminare.
A Dio, Patria, Famiglia, il fantastico mondo di Boldrini&C sostituisce senza esitazione: nulla, sudditanza, unioni gay.
Boldrini è il trionfo della Volontà d’Impotenza… nazionale!
Presidente/a Boldrini, se per lei il Tricolore viene dopo lo straccio della UE, sappia che per chi ha cuore i destini del popolo italiano lei rimane, e si conferma essere dopo le sue ultime esternazioni, un’usurpatrice del seggio che occupa indegnamente, in uno Stato retto da un’intera classe politica illegittima e traditrice della propria Patria.
Noi non lo scordiamo!

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi