Empoli, senza casa ospitato da FN: le dovute puntualizzazioni

Massa Carrara 27 agosto –

Francesco Mangiaracina*

Da quando, con grande clamore, è apparsa la notizia che a dare un lieto fine alla drammatica storia di Adriano Gambini, l’anziano senzatetto di Empoli, è stata Forza Nuova sulla stampa e sui social è stato detto un po’ di tutto. Adesso tocca a noi puntualizzare.
Proviamo sdegno e riprovazione verso chi osa accusarci di sciacallaggio politico, una simile accusa può essere mossa solo da chi non conosce Forza Nuova e la sua attività, ma preferisce autosuggestionarsi per credere a leggende metropolitane di manganelli, pestaggi e altre idiozie del genere.
Forza Nuova, pur con le sue risorse limitate, non prendiamo, come è noto, finanziamenti pubblici, ha potuto dare ad Adriano quello che un vero e proprio potentato economico-politico, quale è la sinistra toscana, non è riuscita a dargli perché, a differenza di quest’ultima, ha avuto ed ha la ferrea volontà di servire la propria Terra ed il proprio popolo.
Per noi di Forza Nuova la politica non può che tendere al servizio di qualcosa di superiore e più importante dei piccoli interessi dei singoli ed è questa concezione che ci ha portato negli anni a porre in essere diverse azioni simili a quella di ieri.

Se abbiamo potuto dare un tetto ad Adriano, infatti, è perché due anni fa, mossi dall’amore per la nostra Terra e per la nostra gente, con enorme sacrificio e tanta fatica abbiamo occupato un asilo abbandonato a Massa per dare una sistemazione a tre famiglie con bambini (dieci persone in tutto) che per le istituzioni democratiche ed accoglienti verso gli immigrati avrebbero dovuto finire sotto un ponte.

Stesso discorso per l’occupazione, sempre a Massa, di un alloggio che per il Comune non aveva l’abitabilità ma che invece, grazie a Forza Nuova, da 4 anni ospita tranquillamente una famiglia con tre bambini. Per non parlare poi delle tantissime ore spese davanti ai supermercati di tutta la Toscana con Solidarietà Nazionale per raccogliere alimenti da distribuire alle tante, troppe famiglie in difficoltà per colpa delle politiche scellerate di chi ci ha governato e ci governa.
Non ha senso domandarsi perché la sinistra non ha fatto niente in tutti questi casi, la risposta è ovvia: non ha avuto né la volontà né la mentalità di farlo.
Pensiamo a cos’è la sinistra in Toscana: partiti e uomini politici che intascano milioni di euro di denaro pubblico, cooperative di ogni tipo (da quelle che lucrano sugli immigrati a quelle che comprano i voti in cambio di un lavoro, ad altre a dir poco inquietanti: il famigerato Forteto di Fiesoli), circoli, associazioni, centri sociali, ecc.
Una potenza del genere non è in grado di recuperare un tetto per un povero anziano? Non riesce a fare quello che invece riesce a fare Forza Nuova che non ha assolutamente niente di tutto questo?
Potete dipingerci come volete, voi siete i più forti, però non avete il potere di cambiare la realtà dei fatti: essa dice che noi siamo votati al sacrifico per servire un’idea di giustizia e di amore per il popolo e per la Nazione, voi siete partiti dalla lotta di classe e dal sogno della rivoluzione ma la vostra avidità ed il vostro odio vi hanno portati a vendervi e svendervi giorno dopo giorno, fino a cadere nella mani del democristiano di Rignano.
Le risposte che Forza Nuova riesce a dare al posto delle istituzioni, rosse di vergona ed impotenti, sono il segnale che presto la Toscana non sarà più “cosa vostra”… o, forse, non lo è già più.

*Coordinatore regionale
Forza Nuova Toscana

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi