No al declassamento dell’ospedale di Tortona

‎Tortona (AL) – 12 dic

“Sono un medico, o un infermiere, che non può essere assunto perché hanno chiuso i reparti dove potevo esercitare la professione. Il lavoro me lo procura il PD?” “Sono un paziente che necessita di cure, ma devo andare fino a Novi per una vita e attendere mesi, oppure affidarmi ad un privato che non posso permettermi. Mi può curare il PD?” Sono queste le due domande che un ipotetico medico ed un ipotetico paziente potrebbero porgere alla classe politica attuale, responsabile del declassamento dell’Ospedale di Tortona. Mentre era in corso un acceso dibattito al consiglio comunale, Forza Nuova posizionava due sagome, raffiguranti i già citati personaggi fittizi, dinanzi alla sede tortonese del Partito Democratico, principale responsabile della chiusura di reparti importanti dell’ospedale.
Essi recano due cartelli, con scritte le rispettive domande iniziali. In un periodo dove i politici pensano a immigrati, educazione “gay”, propaganda eurofila, privilegi, sprechi e tutto ciò che è distante dai problemi reali, ci rifiutiamo categoricamente di credere che non vi sia il denaro per mantenere attivi ed efficienti gli ospedali, per assumere personale qualificato senza bloccare le assunzioni, per garantire al Popolo il più sacrosanto dei diritti: quello alla SALUTE!

Forza Nuova Alessandria
Nucleo “29 Settembre”

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi