Busta con 3 proiettili e un cappio, minacce di morte a legale Forza Nuova

Roma 7 apr –
Una busta anonima, contenente 3 proiettili calibro 7,65 e una corda a forma di cappio, è stata ricevuta lunedì scorso, 4 aprile, presso il suo studio, dall’ avvocato Pablo De Luca, legale che sta seguendo per conto di Forza Nuova gli sviluppi dell’aggressione subita dai militanti riminesi del Movimento ad opera di una trentina di esponenti del centro sociale Casa Madiba.
“Il 29 marzo, annunciamo alla stampa la nostra intenzione di accedere agli atti relativi all’istruttoria della gara d’appalto di assegnazione dei locali, di proprietà comunale, in uso all’ormai famigerato centro sociale da cui partì la spedizione punitiva contro i nostri militanti – commenta Roberto Fiore, segretario nazionale di FN – il 2 aprile rispondiamo con una partecipata manifestazione, in cui si toccava con mano la vicinanza dei riminesi al nostro movimento, e, alcuni giorni dopo, il legale che si occupa della vicenda riceve un’ inquietante minaccia di morte che si ispira ai metodi della mafia”.
“La ricostruzione cronologica dei fatti – continua Fiore – legittima più di un sospetto: c’è forse un sistema di sinistre connivenze, non estraneo all’uso di metodi mafiosi, che si sente minacciato dall’azione politica e legale intrapresa da Forza Nuova a Rimini? Questo attacco nervoso potrebbe essere rivelatore di connivenze che la nostra acquisizione degli atti di una gara d’appalto rischia di portare alla luce? Non lo sappiamo – conclude Fiore – ma, se così fosse, non saranno certi metodi a fermarci”.

IMG-20160406-WA0010

Forza Nuova
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi