No alla “buona scuola” di Renzi, ma i sindacati non si credano assolti

Roma 5 maggio –

BLITZ DI LOTTA STUDENTESCA PRESSO SEDI CGIL CISL UIL COBAS E UDS

I militanti romani di Lotta Studentesca hanno affisso striscioni presso le sedi dei principali sindacati e dell’organizzazione studentesca del PD: “Per quanto voi vi crediate assolti siete lo stesso coinvolti” il messaggio indirizzato a chi pretende di rappresentare il malcontento del mondo della scuola pur avendo contribuito a generarlo.
Spiega Andrea di Cosimo, responsabile nazionale del movimento giovanile di Forza Nuova: “Non appoggiamo affatto la cosiddetta ‘Buona Scuola’ di Renzi, ma crediamo che qualsiasi opposizione debba essere trasversale e non appannaggio di frange minoritarie organizzate e inquadrate da sigle sindacali, inerti e impotenti di fronte alle scelte del governo. La storia dimostra come le sole giornate di sciopero siano inefficaci o tutt’al più un atto di mera testimonianza”.
“Per questo – ha precisato – crediamo che la protesta debba diventare più radicale: stop alle lezioni e blocco degli scrutini di fine anno sino a quando la riforma non sarà ritirata. Tutto il resto sono formule compromissorie, buone soltanto a mantenere in vita strutture sindacali complici, rinunciatarie e pronte a compromessi squalificanti per il Paese e per la Scuola in tutte le sue componenti”.

LS5maggioCgil

Lotta Studentesca
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi