Brescia, classi di soli stranieri; Fiore:”Non risolvendo cause, si faccia di necessità virtù: siano previste per legge”

Roma 15 settembre –

“Emblematico il caso della Elementare Manzoni di Brescia: due sole le prime classi quest’anno e, per di più, composte da bambini provenienti da ogni parte del mondo, tranne che dall’Italia”,il segretario nazionale di Forza Nuova interviene così sull’insolito record dell’istituto situato nel centro della città.
“Crollo demografico e coincidente aumento esponenziale dell’immigrazione, problemi a cui la politica istituzionale non sa e non vuole trovare soluzioni, dovrebbero spingerci, in prospettiva, il caso non resterà isolato, a fare di necessità virtù: le quote per gli stranieri, non intervenendo sulle cause, non servono, meglio sarebbe – è la proposta di Fiore – prevedere in futuro classi per soli stranieri con docenti appositi e specializzati; sarebbe un vantaggio sia per i piccoli non italiani che per i nostri bambini, le ovvie ricadute negative sulla didattica – già lamentate da insegnanti e genitori che le riscontrano nelle numerose classi in cui il numero di stranieri è troppo elevato – sarebbero così scongiurate”.

Forza Nuova
Ufficio stampa

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi