Blitz di Forza Nuova a Lonato: “STOP ACCOGLIENZA BUSINESS”

Dopo i partecipati presidi a Toscolano e Sulzano contro il modello di “accoglienza business”, i militanti lacustri di Forza Nuova continuano nel lavoro di sensibilizzazione e denuncia riguardo l’atto dittatoriale, autocratico e autoreferenziale da parte della Prefettura di smistare immigrati per la provincia di Brescia con l’avvallo di “albergatori” opportunisti senza interpellare la cittadinanza.

 

Proseguiamo affermando che Forza Nuova continuerà l’opera di schedatura degli albergatori opportunisti che ospitano gli immigrati sul territorio regionale, cavalcando un business redditizio per le proprie tasche, ma a completo discapito della comunità.

 

Da parte nostra lanceremo una raccolta firme, per raccogliere le istanze dei cittadini i quali condividono il nostro pensiero sul fatto che le risorse vadano stanziate per i nostri disoccupati, per i nostri anziani che risultano essere i più poveri d’Italia (di cui il 33% sotto i 500€ mensili mentre per ogni clandestino vengono stanziati 900€ al mese), per sostenere i nuclei familiari e rilanciare l’occupazione (669 imprese bresciane chiuse dal 2013), non per foraggiare un business dell’immigrazione che arricchisce un circolo vizioso, dallo scafista all’albergatore, che non apporta valore concreto all’economia, ma crea al contrario un forte pericolo sociale.

 

Da parte sua, il sindaco di Lonato, come ogni altro sindaco italiano, veda di offrire lavoro ai numerosi padri di famiglia disoccupati del proprio comune e non ospitalità agli stranieri irregolari, alloggiati a nostre spese negli hotel.

 

Fermare l’immigrazione e battersi per un rimpatrio totale di tutti gli immigrati sul territorio, come Forza Nuova sostiene dal 1997, non è più un diritto, ma un dovere. Agli italiani vanno garantiti casa di proprietà, un lavoro stabile e una vita dignitosa nella propria comunità; agli immigrati un rimpatrio sicuro e aiuti concreti nei rispettivi Paesi d’origine.

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi