Amministrative Roma, Forza Nuova c’è; intervista a Roberto Fiore

La imminente corsa al Campidoglio e lo stato confusionale del centrodestra
Fiore:”Siamo in dirittura d’arrivo per lanciare candidatura autenticamente alternativa”

Roma 15 febb –

D – Dopo una serie di candidature “bruciate”, Berlusconi impone Bertolaso, cosa pensa di questa candidatura?

R – Direi che si tratta di un candidato perdente perché esponente di una ben determinata cricca massonica, già sotto attacco a livello giudiziario per le responsabilità relative alle famose “procedure eccezionali” messe in atto in occasione del G8 de La Maddalena e del terremoto in Abruzzo.
E il centrodestra ne è pienamente consapevole, è un centrodestra che non vuole più vincere, perché interessato soltanto a dare continuità a quel consociativismo renziano che ha caratterizzato la sua storia recente.
Questa candidatura, però, viste anche le note simpatie dell’ex responsabile della Protezione Civile ed ex uomo di Rutelli per il centrosinistra, lascia notevole spazio alla propria “destra”.

D – Chi potrebbe riempire questo spazio e come si muoverà Forza Nuova?

R – Forza Nuova è già al lavoro, la nostra prospettiva è aggregare quelle forze che non si riconoscono in Bertolaso perché non possono e non vogliono sacrificare la propria storia sull’altare di una piatta riedizione del centrodestra che fu, con l’aggravante di avallare il nuovo consociativismo Renzi-Berlusconi.
In questo quadro non comprendo, dopo tanto rumore, l’appiattimento del duo Salvini-Meloni.

D – Possibili candidati alternativi, altre figure estranee a queste strategie berlusconiane?

R – Storace si propone, il suo, però, pare essere il gesto dell’innamorato deluso, il cortigiano abbandonato dal sovrano che lo teneva a corte. Non è alternativo al centrodestra, le sue posizioni sulle cosiddette “unioni civili”, inoltre, lo collocano, a meno di ripensamenti, nel territorio delle posizioni trasversali accomunate dall’omologazione al politicamente corretto.
Noi siamo ormai in dirittura d’arrivo per lanciare una candidatura autenticamente alternativa, in grado di raccogliere i tanti delusi della destra, protagonisti di una storia che merita rispetto, e di quell’area nazionalpopolare che vede al suo interno una presenza sempre più forte di Forza Nuova.

Redazione RadioFN

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi