Acca Larentia, dal sangue dei martiri nascono fiori

Vi proponiamo una testimonianza di quegli anni validissima anche oggi, perché dal sangue dei martiri continuano a nascere fiori …

« … La scintilla che trasformò una simpatia in militanza fu certamente la strage di Acca Larentia nel gennaio 1978.
Ancora riecheggiano nelle mie orecchie le parole di mia madre, che, già agitata per la mia attenzione verso la politica, durante il telegiornale che raccontava dell’assassinio di Franco, Francesco e Stefano lanciava il suo monito: “È meglio tenersi lontano da queste cose”.
Invece, il sacrificio di quei tre giovani fortificò in me il desiderio di essere partecipe alla vita politica della mia Nazione ed il miglior modo per rendere onore al loro sacrificio mi parve quello di raccogliere la loro fiaccola, schierandosi in prima persona a difesa delle loro Idee. Quelle per le quali erano stati uccisi. »

(tratto da: “Fronte della Gioventù” di Alessandro Amorese)

Redazione RadioFN

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi