27 e 28 giugno; da nord all’estremo sud, in piazza per la Patria

Milano, Roma, Pozzallo 25 giugno – Giuseppe Provenzale* –

Tre importanti manifestazioni in due giorni – a Milano, Roma e Pozzallo, città simbolo dell’invasione immigratoria che ha rubato la scena a Lampedusa – sui temi più caldi, quelli che stanno in cima all’agenda politica: difesa della famiglia, sanzioni all’Arabia Saudita che finanzia il terrorismo, rilancio del turismo e blocco dell’invasione immigratoria – lì dove comincia, agli estremi confini meridionali d’Europa – non costituiscono semplicemente un indicatore della buona salute attivistica e del radicamento sul territorio ancora una volta dimostrati dal Movimento; tre importanti manifestazioni in due giorni, sui temi in oggetto, sono sintomatici di una precisa volontà politica, frutto della relativa analisi, originata da una storica e spirituale matrice di valori che, nel farsi azione militante, mostra il respiro ideale europeo di cui Forza Nuova è capace.

Fin dai primi mesi dalla data della sua fondazione, Forza Nuova aveva individuato nell’attacco delle lobby gay alla famiglia un tema centrale per il futuro delle nazioni europee; varie manifestazioni in tutta Italia ci hanno visto protagonisti, anche in collaborazione con altri, senza paura di dire apertamente ciò che oggi milioni di persone nelle piazze d’Europa sono state costrette a riaffermare per arginare l’effetto dilagante dell’omofollia.
Tematiche, quelle pro family e pro life, che, tra le tante, hanno visto anche la tappa importante della nostra partecipazione, lo scorso anno, al Forum Internazionale della Famiglia tenutosi a Mosca, battaglie che adesso ci riportano in piazza sabato prossimo a Milano, a pochi giorni dalla grande manifestazione romana di piazza S. Giovanni a cui non potevamo certo mancare, per opporre l’orgoglio della famiglia alla sfilata di chi vuole distruggerla, in nome di un malinteso concetto d’amore.

Anche sui temi della politica internazionale e sui rapporti con i movimenti europei (e non solo, basti citare il recente viaggio in Libano e Siria) a noi più vicini, FN ha sempre lavorato sodo, la recente elezione di Roberto Fiore a presidente del partito paneuropeo Alliance for Peace and Freedom ha costituito per noi il significativo coronamento di questo lavoro.
Ed è proprio grazie a questi importanti risultati che si giunge al corteo romano di sabato 27 giugno: l’iniziativa per chiedere sanzioni all’Arabia Saudita finanziatrice del terrorismo Isis, maturata insieme ad APF e che vedrà coinvolte varie città europee, è solo la più recente tappa di una serie di denunce e di analisi sui rischi dell’ eterodiretto integralismo islamista che ci hanno visto spesso nella veste di pionieri inascoltati, ma in compagnia – oggi più che mai – dei più noti analisti geopolitici di ogni Paese; ora si tratta di una problematica che solo chi è in malafede può permettersi di sottovalutare.

E infine, ultimo ma non per importanza, il fronte della lotta all’immigrazione ha anch’esso conosciuto le lotte, le denunce e le soluzioni avanzate da Forza Nuova. In ogni regione d’Italia abbiamo fatto sentire la nostra voce, ma è proprio in Sicilia, cuore del problema, che il Movimento ha dato prova di saper leggere i fatti – denunciammo tra i primi il business dell’accoglienza – e di saper essere presente nei luoghi e nei momenti caldi: eravamo gli unici a Lampedusa nei mesi difficili della primavera 2011 e tra i primi a sfilare, da Mineo alla stessa Pozzallo a Piazza Armerina o a Catania e Palermo, per le strade di una Sicilia che gli stessi poteri forti nemici della famiglia e dei popoli vorrebbero trasformare, distruggendone la vocazione turistica e agricola, in piattaforma di sbarco per tutti i disperati d’Africa.
Oggi, con la media giornaliera degli sbarchi che supera le 1.500 unità, il corteo di domenica 28 a Pozzallo, autentica frontiera meridionale d’Europa, non può che vedere quali protagoniste le camicie bianche di un Movimento che ha fatto del servizio e dell’amor di Patria la ragione della propria esistenza politica. Unitevi a noi, vi aspettiamo in piazza!

*Vicesegretario nazionale
Forza Nuova

Tags

Ti potrebbe piacere...

Scusa ma i commenti sono chiusi